Glossario Norvegia

Frasario gastronomico norvegese

Frasario gastronomico norvegeseAgurksalat: insalata di cetrioli salati tagliati sottilmente. La salatura delle fette toglie il sapore amarognolo della verdura. Le fette sottili possono anche essere marinate in una miscela agrodolce di aceto, acqua e zucchero, e con fette di cipolla e aneto fresco.

Aquavit: bevanda incolore, alcolica e distillata dal grano o dalle patate, a volte aromatizzata con semi di cumino. Aquavit significa "acqua della vita" ed è una delle bevande più note dei Paesi scandinavi.

Avkokt torsk: bistecche di merluzzo bollito, di solito servite con burro e limone, a caldo o a freddo.

Blot Kaker: dessert reso cremoso da strati alternati di pan di spagna, frutta fresca o conservata o frutti di bosco e panna montata.

FAAR I Kaal o Faikal: stufato in casseruola in umido o al forno, formato da strati di agnello disossato e rosolato, accompagnato da fette di cavolo cotte nel brodo e rifinito con pepe e farina-addensata da panna acida. Uno dei piatti più tipici della Norvegia.

Fattigman: croccanti frittelle cosparse di zucchero a velo, preparate con una pastella di tuorli d'uovo, burro e farina condita con brandy. La pasta viene tagliata in quadrati, con ogni quadrato con un taglietto nel mezzo.

Fenalar: sottili strisce di carne di montone salate ed essiccate al vento. Cosce di agnello e costolette di maiale possono essere preparate allo stesso modo.

Fiskepudding: budino di pesce, cotto, tritato e mescolato con panna e farina e spolverato con noce moscata. Nella cima del budino sono poste delle polpettine di pesce, il tutto servito da una salsa calda di un trito d'aragosta o gamberi.


Flatbrod: sottile e croccante crepe di pane di segale, spesso cotta in grande quantità per durare tutto l'inverno. Gli abitanti dei villaggi in genre ne fanno un'occasione sociale per raccogliere e cuocere il pane nei forni, per poi appenderle attraverso un foro nel centro, con lunghe pertiche, ad asciugare.

Gammel Ost: un particolare formaggio a pasta norvegese, di colore marrone e sapido gusto forte. E 'anche un carattere distintivo in odore e per questo motivo è sempre servito dal suo stesso piatto coperto.

Goro Wafer: una pasta sottile di uova, farina, panna, vaniglia e tagliata per adattarsi alla padella tipo 'goro' modellato Goro padella. In genere vengono serviti con il caffè.

Gravlaks: filetti di salmone fresco strofinati nel sale, decorati con rametti di aneto fresco e lasciato riposare durante la notte. Tipico dei Paesi scandinavi e della Russia, il tocco speciale norvegese è dato una spruzzata di brandy. Lavato e asciugati dopo il "bagno", le lastre traslucide di salmone a fette molto sottili sono trasversalmente.

Gravmat: nome dato ai panini e ad altri alimenti consumati dopo il servizio funebre.

Gravol: nome dato alla birra bevuta nei cerimoniali dopo i funerali.

Grott o Grotte: porridge comunemente chiamato, ma non è un cereale grano. In questo caso si tratta di un budino di spessore, a base di panna o latte acido e servito in genere alla fine della cena norvegese.

Julebord: nome dato al buffet multi-piatto preparato per il giorno di Natale. Specialità norvegesi tra cui anatra arrosto e arrosto di maiale farcito con mele e prugne secche, insalate, verdure cotte, piatti di pesce e Gravlaks.

Kirsebaersuppe: una zuppa fredda di ciliegie. Realizzata con ciliegie fresche snocciolate bollite con limone, zucchero, cannella e con un tocco di sherry.

Kjott: il nome generico per la carne. Per esempio, l'agnello è Lammekjott.

Kling-Korg: il cestello speciale di legno usato dalle spose per servire pane e dolci il giorno delle nozze. Una tradizione tipica dell'area di Hardanger.

Koltbord: il ricco buffet norvegese di molti piatti di pesce, formaggi assortiti e affettati, frutta e brocche di latte fresco freddo, pane e panini e di caffè naturalmente. Un Koltbord fa la sua comparsa precoce per la prima colazione, ma è in mostra a feste, matrimoni, funerali, e compleanni.

Kransekake: strati meringati con glassa di mandorla e caramello e decorati con bandierine piccole, crackers, petit-fours, fiori e zucchero. Un must per matrimoni e cresime.

Lefser: piccoli dolci a forma di triangolo farcito con crema di burro e acida.

Lutefisk: una specialità scandinava per la cena di Natale, a base di baccalà, immerso in acqua e poi in una soluzione di acqua-e-liscivia. Il pesce che ne risulta è blando con la consistenza gelatinosa ed è servito con salsa.

Middag: il nome dato alla merenda norvegese (abbastanza abbondante), solitamente servita verso a circa 16.00.

Multer: crostata di more artiche color giallo, addolcita e poi servita come dessert di Natale con panna montata.

Oplagt Melk: crema leggermente aspra, servita con una spruzzata di zucchero e cannella e mangiati come spuntino.

I pytt Panne: crepes di carne e patate.

Rok Orret: trota fermentata.

Rommegrot: dessert tradizionale norvegese servito a Natale,legata ai maliziosi troll Julenisse. Panna cotta addensata con farina e servita in piatti fondi, insaporita con burro fuso e un tocco di cannella e zucchero di canna.

Ryper Tyttebaer Med: un piatto speciale di pernice bianca, burro, brasato e servito con panna acida e salsa di formaggio di capra e guarnito con mirtilli rossi.

Skarke: un altro nome per gli affettati seccati al sale.

Smalefotter: agnello alla griglia, affumicati ed essiccati.

Smorrebrod: a volte usato come nome per il pranzo o spuntino

Stoccafisso: baccalà.

Surkal: cavolo cotto tagliuzzato e lisciato con una salsa di panna, con una spruzzata di aceto e cosparso di semi di cumino nero.

Syltete Rodbeter: insalata di barbabietole in salamoia, spesso guarnita con uova sode.

Tyttebaer: crostata di mirtilli rossi dolci.

 

Voli economici per la Norvegia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...